Twitter – Essentials 2

Le tipologie di utenti in twitter possono essere riassunte in :

1) Utenti con molti follower (migliaia): solitamente sono rappresentati da VIP della rete (stars dello spettacolo, brand ecc..). In genere il numero di following è di gran lunga inferiore rispetto al numero di follower.

2) Utenti con un numero simile di follower e following: normalmente si tratta dell’utente medio di twitter. Segue utenti, ed ha ricevuto il consenso da altri.

3) Utenti con tanti following e pochi follower: sono utenti “anomali”. Tendenzialmente si potrebbe pensare ad utenti che cercano di seguire un gran numero di utenti, nella speranza di poter raccogliere follower (ad esempio per campagne marketing virale). In questa categoria possiamo includere gli utenti SPAM.

 

 

 

Twitter – Essentials

Cos’è twitter?

Semplice. Un social network. In particolare si parla di microblogging, perchè la dimensione massima dei messaggi che possono essere postati è di 140 caratteri.

Come su altri social network (es. Facebook) è possibile seguire altri utenti, oppure essere seguiti.

La logica di funzionamento è molto semplice: è simile all’invio di un sms, con la differenza che a riceverlo saranno tutti i nostri follower (coloro che ci stanno seguendo).

Al tempo stesso anche noi potremmo seguire altre persone: i nostri following.

E’ del tutto scontato che il nostro patrimonio di “notorietà” è rappresentato dai nostri following.

Grazie a loro possiamo essere conosciuti e  magari apprezzati nella comunità.

 

Single Page Website – Essentials

Se le informazioni che devono essere presentate sono legate ad un argomento comune, ultimamente la tendenza è quella di creare un sito internet composto da un’unica pagina.

Questi siti sono molto semplici, riportano una serie di informazioni minimali e soprattutto sono molto compatti.

In questi siti la navigazione è generalmente sviluppata in verticale, e all’interno della stessa pagina.

Sono particolarmente indicati per la promozione di singoli prodotti o servizi.

Durante le fasi di studio del Single Page Website è necessario tenere in considerazione:

  • il numero di prodotti da pubblicare (se più di uno, valutare attentamente!)
  • la dimensione dei contenuti da pubblicare (lentezza nel caricamento)
  • la possibilità di differenziare la pagina per dispositivi differenti (es.mobile)
  • studio approfondito del design da visualizzare nella pagine
  • concentrare il messaggio comunicativo in maniera diretto

Motori di Ricerca – Essentials 2

Meta keywords

I tag meta html sono dei particolari tag che vengono inseriti all’interno delle pagine html, con il solo compito di agevolare i motori di ricerca nell’indicizzazione delle pagine. Attualmente sono pochi i motori di ricerca che utilizzano questi tags per l’indicizzazione. Per anni i webmaster hanno utilizzato questi tags, anche in maniera spropositata, per cercare di scalare il ranking dei motori di ricerca, sovraffolando i termini inseriti.

Keyword Stuffing

Consiste nell’inserire all’interno delle pagine html di parole con un alto livello di occorrenze. Alcuni motori di ricerca utilizzano la frequenza delle parole per l’indicizzazione delle pagine. Anche in questo caso i webmaster hanno per anni sovraffollato le pagine con parole (spesso non visibili all’utente finale), al fine di poter raggiungere un ranking maggiore.

Link esterni

La maggior parte dei motori di ricerca moderni, utilizza il numero di link diretti verso una pagina internet come elemento di ranking. Questo tipo di tecnica, ha dato origine a fenomeni di compravendita di link .

Motori di Ricerca – Essentials 1

Funzionamento Motori di Ricerca

I motori di ricerca si suddividono in

  • Motori di ricerca
  • Directory

I motori di ricerca sono dati di programmi appositi, denominati spider  che hanno il compito di scandagliare la rete per indicizzare le pagine. Gli spider lavorano in maniera del tutto autonoma, basando il loro funzionamento su uno specifico algoritmo.

Le directory sono gestiti da persone che analizzano i siti internet e decidono se inserirli o meno all’interno della loro base dati.