Kindle – Esportare libri in formati differenti

Il  Kindle è sicuramente uno degli ebook reader più’ diffusi e senza dubbio quello con il catalogo di libri più ampio (messo a disposizione dalla stessa Amazon).  La sua diffusione è dovuta soprattutto per la facilità di utilizzo, la durata (quasi infinita) della batteria e dalla rapidità di download dei libri.

Amazon Kindle

Il Kindle consente di leggere i libri nel formato proprietario di Amazon (azw3) e questo può spesso essere considerato uno svantaggio: se compriamo un libro in formato kindle non potremo leggerlo con altri dispositivi ebook reader. Sul mercato sono presenti numerosi software che consentono la conversione tra i vari formati, ma spesso questa soluzione si rivela piuttosto complessa e macchinosa.

Per sfrutturare al 100% le potenzialità del Kindle è consigliata l’installazione del software Calibre un E-book management che consente facilmente di gestire la nostro Biblioteca in formato digitale. Si rimanda all’ottima guida presente sul sito internet di Calibre per le specifiche tecniche e sulle funzionalità.

Schermata 2014-08-09 alle 13.07.09

Tra le numerose funzioni Calibre, consente di effettuare il salvataggio di una copia dei nostri ebook in diversi formati. E’ possibile ad esempio esportare i nostri acquisti (in formato azw3) in formato pdf, ma per farlo è necessario scaricare un plugin specifico che consente di togliere il DRM dagli ebook scaricati da Amazon. Per farlo è necessario scaricare dalla rete il plugin tools V6.0.8 ed installarlo. Ricordiamo che, in alcuni paesi, l’operazione di rimozione del DRM potrebbe essere considerata come una violazione del contratto stipulato con Amazon in fase di registrazione al portale. Ecco perché questa guida non fornisce in alcun modo le indicazioni sul reperimento del plugin in questione.

Una volta installato il plugin e configurato il codice seriale del nostro Kindle, sarà sufficiente esportare da Calibre, per avere una copia del nostro Ebook nel formato desiderato.

WordPress – Link interno alla pagina

Se si lavora con pagine o articoli di una certa lunghezza, capita spesso di avere la necessità di creare link interni.

Utilizzando il linguaggio HTML questo tipo di comportamento può essere realizzato utilizzando:

ad indicare il punto del testo a cui un particolare link dovrà puntare.

Ed utilizzando un link con la seguente sintassi:

per creare il link iniziale.

All’interno delle pagine/articoli in WordPress si può ottenere lo stesso risultato, impostando il parametro id per l’elemento destinazione.

 

Installazione Eclipse e Aptana Studio su Mac OsX

Definire Eclipse un editor per programmatori è sicuramente molto riduttivo. Eclipse è un completo ambiente di sviluppo, composto da diversi moduli che consentono di estenderne rapidamente le funzionalità.

Nato inizialmente come progetto open-source orientato alla programmazione in ambiente Java, nel corso degli anni ha raggiunto un elevato grado di maturità ed il supporto di numerosi linguaggi di programmazione. E’ molto utilizzato, ad esempio, per lo sviluppo di applicazioni in ambiente Android (previo download dell’opportuno sdk).

Il sito di riferimento da cui poter scaricare Eclipse è http://www.eclipse.org .

Una volta effettuato il download del pacchetto in formato tgz, sarà necessario scompattarne il contenuto e copiare l’intera cartella scompattata all’interno della cartella Applicazioni. All’interno di questa cartella, troveremo il file Eclipse.app.

Cartella Eclipse

In particolare per lo sviluppo di applicazioni web è molto utilizzato il plugin Aptana Studio scaricabile a questo indirizzo. Aptana Studio è disponibile come programma standalone, ma nel nostro caso sarà sufficiente scaricare la versione plugin per Eclipse.

Per l’installazione di Aptana Studio su Eclipse è necessario eseguire Eclipse, posizionarsi sul menu Help, selezionare Install New Software. Si aprirà la seguente finestra:

Install Software Eclipse

Utilizzando il pulsante Add aggiungere il link relativo al plugin di Aptana e procedere con l’aggiunta del Repository, come mostrato nell’immagine seguente:

Eclipse installazione

Apparirà una schermata con tutti i componenti che verranno installati, procedere con Finish e successivamente riavviare Eclipse.

Al riavvio si presenterà la seguente schermata:

Eclipse Aptana

Siamo quindi pronti per creare il nostro primo progetto web.

 

 

Macbook Pro – Cpu 100% e Ventola Attiva

Da alcuni giorni la ventola del mio MacBook Pro era sempre attiva.

Inizialmente non ho dato troppa importanza avendo più macchine virtuali attive contemporaneamente, ho pensato che potesse dipendere da qualche processo in elaborazione.

Il problema però si manifestava anche riavviando il sistema operativo (Maverick OS 10.9.2) e senza avviare le macchine virtuali.

A questo punto, ho iniziato a ricercare il problema nelle impostazioni di sistema, pensando a qualche modifica alle funzionalità di Risparmio Energia.

Facendo un po’ di ricerche sul sistema ho provato ad analizzare l’utility Monitoraggio delle Attività.

Il processo che interessava il 103% della cpu era Safari.

Fortunatamente, l’utilty Monitoraggio delle Attività consente di visualizzare anche le pagine eseguite su Safari. In pratica, ad occupare più del 100% della cpu era una pagina salvata nell’elenco di lettura di Safari.

Cancellando la pagina dall’elenco di lettura, il Macbook pro ha ripreso il suo normale funzionamento.