WordPress – Abilitare URL Rewrite

L’abilitazione di URL Rewrite su wordpress fa parte di quelle operazioni denominate “SEO-friendly”.

In pratica una riscrittura automatica dei link che, solitamente, hanno una forma di difficile interpretazione per gli spider dei motori di ricerca e per gli utenti stessi.

Per abilitare URL Rewrite in WordPress è necessario:

  1. Accedere all’area riserva di wordpress
  2. Impostazioni
  3. Selezionare Permalink
  4. Selezionare la modalità opportuna con cui il motore di wordpress dovrà gestire l’URL.

Crittografia a chiave pubblica – Essentials

Il sistema di crittografia asimmetrica è basato su un algoritmo di crittografia a chiave pubblica.

A e B per scambiare un messaggio criptato utilizzano due chiavi differenti:

chiave pubblica (pubblicata su repository)
chiave privata (mantenuta segretamente)

In particolare se A vuole scambiare un messaggio criptato con B:

  •  A ottiene la chiave pubblica di B (solitamente la chiave pubblica è pubblicata su repository, che ne garantisce anche la validità);
  • A cripta il messaggio con la chiave pubblica di B;
  • A invia il messaggio criptato al punto precedente a B;
  • B riceve il messaggio criptato;
  • B decripta il messaggio utilizzando la propria chiave privata

Ovviamente c’è un legame matematico tra chiave pubblica e privata. In particolare l’operazione per decriptare il messaggio utilizza una particolare funzione che viene definita “Oneway”, cioè difficile da invertire (senza conoscere la chiave), ma al tempo stesso facile da calcolare.

La firma digitale, si basa sul funzionamento opposto.

A utilizza la sua chiave privata per criptare un documento.

La chiave privata è memorizzata in un dispositivo fisico (es. smartcard). La chiave privata è protetta da una password (PIN) di cui è a conoscenza solo A.

B può verificare l’autenticità del documento firmato, utilizzando la chiave pubblica di A. La chiave pubblica è mantenuta da repository che ne certificano la validità / sospensione / scadenza.

Single Page Website – Essentials

Se le informazioni che devono essere presentate sono legate ad un argomento comune, ultimamente la tendenza è quella di creare un sito internet composto da un’unica pagina.

Questi siti sono molto semplici, riportano una serie di informazioni minimali e soprattutto sono molto compatti.

In questi siti la navigazione è generalmente sviluppata in verticale, e all’interno della stessa pagina.

Sono particolarmente indicati per la promozione di singoli prodotti o servizi.

Durante le fasi di studio del Single Page Website è necessario tenere in considerazione:

  • il numero di prodotti da pubblicare (se più di uno, valutare attentamente!)
  • la dimensione dei contenuti da pubblicare (lentezza nel caricamento)
  • la possibilità di differenziare la pagina per dispositivi differenti (es.mobile)
  • studio approfondito del design da visualizzare nella pagine
  • concentrare il messaggio comunicativo in maniera diretto

Motori di Ricerca – Essentials 2

Meta keywords

I tag meta html sono dei particolari tag che vengono inseriti all’interno delle pagine html, con il solo compito di agevolare i motori di ricerca nell’indicizzazione delle pagine. Attualmente sono pochi i motori di ricerca che utilizzano questi tags per l’indicizzazione. Per anni i webmaster hanno utilizzato questi tags, anche in maniera spropositata, per cercare di scalare il ranking dei motori di ricerca, sovraffolando i termini inseriti.

Keyword Stuffing

Consiste nell’inserire all’interno delle pagine html di parole con un alto livello di occorrenze. Alcuni motori di ricerca utilizzano la frequenza delle parole per l’indicizzazione delle pagine. Anche in questo caso i webmaster hanno per anni sovraffollato le pagine con parole (spesso non visibili all’utente finale), al fine di poter raggiungere un ranking maggiore.

Link esterni

La maggior parte dei motori di ricerca moderni, utilizza il numero di link diretti verso una pagina internet come elemento di ranking. Questo tipo di tecnica, ha dato origine a fenomeni di compravendita di link .