Entity framework e Entity Copy

Recentemente ho dovuto modificare la logica di un’applicazione che gestiva i dati memorizzati all’interno di un db, tramite Entity Framework. In particolare l’esigenza è stata quella di filtrare una serie di record (in base a particolari condizioni), modificarne alcuni dati e copiarli (ricreandoli) all’interno del database.

Continua a leggere Entity framework e Entity Copy

Dependency Injection con Ninject

Riprendendo il post introduttivo alla dependency injection, sono numerosi i pacchetti in nuget che consentono di creare injection in maniera semplice. Ninject è un dependency injector open-source per .NET e vanta un numero piuttosto cosistente di scaricamenti ed installazioni.  Alcuni dei punti di forza che vengono enfatizzati dal team di sviluppo sono la semplicità e la facilità di utilizzo.

Nello sviluppo di applicazioni Web, in particolare MVC, l’utilizzo di un dependency injector consente di realizzare velocemente soluzioni “switchando” tra repository differenti. Questo significa che è possibile realizzare applicazioni con dati “demo” facilmente testabili e successivamente passare ai dati in produzione.

Continua a leggere Dependency Injection con Ninject

Introduzione alla dependency injection

Dependency Injection (DI) e Inversion Of Control (IoC) sono due elementi fondamentali per lo sviluppo di applicazioni “moderne”. A prima vista possono sembrare due concetti complessi ma, una volta appresi i principi, difficilmente si potrà farne a meno.

Il problema da risolvere è la dipendenza tra oggetti

Continua a leggere Introduzione alla dependency injection

Design Patterns

I design patterns sono un’elemento fondamentale per lo sviluppo di architetture software complesse. Durante le fasi della progettazione, prima della fase di scrittura, è importante porre l’attenzione sulla riusabilità o meglio sulla possibilità di riutilizzare lo stesso codice all’interno della stessa soluzione ma anche in progetti diversi.

Riutilizzare codice all’interno dello stesso progetto, ma anche in nuovi progetti

Le architetture software, sviluppate ad oggetti e ben strutturate, sono composte da pattern. Una delle metriche utilizzabili per valutare la qualità di un software potrebbe essere proprio l’attenzione posta dagli sviluppatori nel riutilizzo del codice e l’applicazione di pattern.
Continua a leggere Design Patterns

Programmazione Asincrona e deadlock

Nel refactoring di applicazioni windows form (ebbene si, esistono ancora!) o comunque in quelle applicazioni con lunghi task di elaborazione, uno dei problemi di maggiore impatto per gli utenti è il freeze dell’interfaccia utente.

A partire dal framework 4.5 (C# 5) sono disponibili  le keyword async e await per la scrittura di codice asincrono.  Una delle funzionalità che può essere sfruttata a partire da questa versione (al momento della scrittura di questo articolo è disponibile la release 7.2, ma per questioni legacy non posso upgradare l’applicazione oltre la versione 5.0) è il TAP (Task Async Pattern) .

Task Async Pattern

Utilizzando TAP con async/await è possibile scrivere codice asincrono in maniera semplice senza perdere in potenza. Il seguente metodo consente di eseguire in forma asincrona un metodo (MyMethod) che non lo è.

Per poter ottenere il risultato dell’elaborazione del metodo MyMethodAsync possiamo utilizzare il seguente codice:

L’utilizzo di questo codice all’interno di una console application funziona correttamente. Nel caso in cui la nostra applicazione sia GUI/ASP il risultato è un deadlock. L’esecuzione dovrà essere terminata utilizzando il task manager. 

I metodi asincroni dovrebbe prevenire il blocco delle applicazioni, ma non è sempre così.

Leggendo un pò di documentazione online, ho risolto il problema utilizzando il metodo ConfigureAwait. Questo metodo consente di effettuare l’await del Task su cui stiamo effettuando la configurazione. L’utilizzo del parametro booleano continueOnCapturedContext e dovrà essere impostato a true nel caso in cui sia necessario attendere il ritorno dal context catturato, oppure false nel caso non sia necessario. L’esempio che generava il deadlock può essere rescritto nel seguente modo:

L’utilizzo del metodo ConfigureAwait con continueOnCapturedContext impostato a false consente di risolvere il problema di deadlock.