I generics c#

I generics consentono di sviluppare parti di codice independenti dal tipo dei dati e trovano la loro naturale applicazione nel riuso del codice.

Un contenitore di oggetti generici è indipendente dal tipo utilizzato: gli oggetti generici consentono di scrivere codice una sola volta e di poterlo riutilizzare con tutte le tipologie di dato passato in ingresso.

In questo articolo descriveremo come implementare classi / metodi generici.

Quando si crea un’istanza di una classe generica è necessario indicare il tipo dell’oggetto che dovrà essere gestito: l’indicazione viene data utilizzando il segnaposto generico T.

Continua a leggere I generics c#

Linguaggi di programmazione: quante notazioni!

Utilizzando diversi diversi linguaggi di programmazione, sono differenti le notazioni che vengono utilizzate per assegnare nomi alle variabili, classi, costruttori ecc…

Ho provato a sintetizzare quelle più note.

Camel case: numberOfPeople
“La gobba del cammello”! Chiamata così perchè ogni parola intermedia inizia con la lettera maiuscola.

Kebab case: number-of-people
“come uno spiedino” ! Le parole sono separate dal carattere . Può essere utilizzata solo nei linguaggi di programmazione dove il carattere – non viene interpretato come sottrazione.

Snake case: number_of_people
come un serpente“! Le parole sono separate dal carattere _ .

Hungarian (Systems) notation: iNumberOfPeople
Si precede il nome della variabile con un carattere che indica il tipo della variabile (nell’esempio i indicata un intero)

Hungarian (Apps)) notation: cntNumberOfPeople
Si precede il nome della variabile con uno o più caratteri ad indicarne l’uso. Nell’esempio cnt rappresenta un contatore.

PascalCase notation: NumberOfPeople
Ogni nome e ciascuna parola all’interno inizia con una lettera maiuscola.

Ciascun linguaggio di programmazione utilizza la propria convenzione: