Caml Query Generator

In Sharepoint è possibile utilizzare il  Collaborative Application Markup Language (CAML) per effettuare operazioni CRUD sulle liste. Le query scritte in CAML sono scritte in XML e utilizzando una serie di Tag per la generazione dell’interrogazione. L’elemento radice di una query è rappresentato dal tag <Query>, anche se in molti casi può essere omesso.

Continua a leggere Caml Query Generator

Eventi ricorrenti in Sharepoint

Analizzando la modalità con cui il motore interno di SharePoint crea un evento ricorrente, si nota che non vengono creati N eventi (uno per ciascuna data), bensì un singolo evento (con un singolo ID per il dettaglio). Se si ha la necessità di effettuare il render degli eventi all’interno di un calendario esterno, come ad esempio Fullcalendar, è necessario definire alcune condizioni particolari all’interno delle Caml Query.

Continua a leggere Eventi ricorrenti in Sharepoint

Sharepoint e campi DateTime

Recentemente ho dovuto mettere mano ad un’applicazione SharePoint Online ed il render di campi di tipo DateTime. L’utilizzo di campi di tipo data generalmente può generare non pochi problemi dovuti alle diverse timezone e ai formati utilizzati dallo storage.

In particolar modo, la mia applicazione ha il compito di visualizzare una serie di appuntamenti (con data e ora).

La mia applicazione memorizza eventi creati dagli utenti utilizzando la funzione Add dell’area amministrativi, e li visualizza in alcune pagine recuperandoli con javascript.

Il valore dei campi DateTime è differente da quello mostrato in SharePoint. Il motivo è abbastanza semplice: la timezone del server.

Continua a leggere Sharepoint e campi DateTime