Impostazione delle variabili d’ambiente per ASP.NET Core

ASP.NET Core utilizza la variabile d’ambiente ASPNETCORE_ENVIRONMENT per determinare l’ambiente di esecuzione corrente. I valori predefiniti che questa variabile può assumere sono Development, Staging oppure Production. Inoltre è possibile personalizzarne il valore con uno custom. Le variabili d’ambiente sono case insensitive.

WebHostBuilder è l’oggetto che consente di determinare l’ambiente in cui l’applicazione è in esecuzione. Per poter recuperare il contesto attuale è possibile utilizzare IHostingEnvironment , in modo da poter determinare un comportamento specifico in base all’ambiente. Ad esempio, nell’ambiente Production l’applicazione potrebbe abilitare la minimizzazione delle risorse, mentre in Development non eseguire nessuna particolare ottimizzazione.

Continua a leggere Impostazione delle variabili d’ambiente per ASP.NET Core

Entity Framework Core – Creare il database all’avvio

Una funzionalità piuttosto utile,  presente in Entity Framework 6.0,  è quella di creare il database in fase di inizializzazione dell’applicatione. In particolare, utilizzando :

è possibile automatizzare le operazioni di creazione della struttura del database, nel caso in cui non esista. Ovviamente il database creato rispetta le definizioni presenti all’interno del contesto (nell’esempio MyContext).

Anche in Entity Framework Core esiste una funzionalità simile: la configurazione dovrà essere effettuata all’interno del file Startup.cs.

Il codice precedente verifica la presenza del database e nel caso in cui non sia presente, viene creato. Nel caso in cui sia necessario cancellare il database prima di ricrearlo è possibile utilizzare:

Come per Entity Framework 6.0 è possibile utilizzare le migration per modificare la struttura del db. In particolare, è posibile utilizzare :

rispettivamente per creare una migration e per inviare le modifiche al database.

 

Tls e problemi di connessione

L’utilizzo del protocollo SSL è un requisito fondamentale per le applicazioni web.

SSL è l’acronimo di “Secure Sockets Layer” (Livello di socket sicuri), uno standard che garantisce la sicurezza di una connessione e protegge i dati scambiati fra due sistemi, impedendo di leggere e modificare le informazioni trasferite. Questa tecnologia si è diffusa in tutti quei portali che necessitano di trasferire dati sensibili (come numero di carta di credito, password, ecc.) e si sta diffondendo anche su siti “tradizionali”.

TLS (Transport Layer Security, sicurezza del livello di trasporto) è una versione aggiornata e più sicura di SSL,  e i certificati utilizzati da HTTPS ne fanno un largo uso, utilizzando la crittografia.

Continua a leggere Tls e problemi di connessione

Tag helpers

Se si ha familiarità con gli Html Helpers di .Net, i tag helpers semplificano ulteriormente la creazione di elementi all’interno delle View. Nel framework sono presenti molti tag helper predefiniti per le attività comuni, ad esempio la creazione di moduli e collegamenti, il caricamento di dati e così via, e altri ancora sono disponibili nei repository GitHub pubblici e come pacchetti NuGet.

Continua a leggere Tag helpers