donet core preview 1

.NET Core 3.0 – Preview 1

Il rilascio della versione preview di .NET CORE 3.0 è stato annunciato il 4 Dicembre 2018. 

Una delle novità introdotte in .NET CORE 3.0 è l’impostazione predefinita per la creazione di eseguibili.

Infatti, utilizzando i comandi dotnet build e dotnet publish viene generato un eseguibile che può essere esguito
come una normale applicazione windows o con ./[eseguibile] in ambiente linux/mac.

Una delle novità, già annunciata da tempo, è la possibilità di creare applicazioni di tipo Windows Desktop utilizzando WPF e Windows Forms (esistono ancora!). 

Al momento è provare queste funzionalità con la versione .NET Core 3.0 Preview1, da poco rilasciata, utilizzando i progetti predefiniti con : 

  • dotnet new wpf
  • dotnet new winforms

Queste due nuove tipologie di progetto sono disponibili anche in Visual Studio 2019 (anche in questo caso ancora nella versione Preview). La versione 15.9 di Visual Studio 2017 supporta questi due tipi di progetto, ma non è ancora possibile crearne di nuovi.

Il supporto allo sviluppo di applicazioni Desktop è stato aggiunto introducendo il “Windows Desktop Packs”, che funziona soltanto in ambiente Windows. 

Per lo sviluppo di nuovi applicazioni Desktop è consigliato partire da un nuovo progetto, mentre per la migrazione di applicazioni esistenti, il team di sviluppo di .NET Core promette di rendere semplice il passaggio a .NET Core 3.0. Per le applicazioni più complesse, è comunque consigliato l’utilizzo del framework 4.8.

Anche per quanto riguarda Entity Framework 6 è previsto un aggiornamento per consentire il funzionamento anche all’interno di .NET Core, anche se al momento non è prevista l’aggiunta di funzionalità importanti. A differenza di Entity Framework Core che verrà esteso con nuove funzionalità e rimarrà lo stack consigliato per lo sviluppo di nuove applicazioni.

Uno dei punti fondamentali dei progetti .NET Core è la presenza di PackageReference, un nuovo modo per fare riferimento ai pacchetti Nuget. PackageReference sostituisce di fatto package.config, definendo le dipendenze di NuGet direttamente all’interno del file progetto, e non all’interno di un file separato. Utilizzando PackageReference è possibile scegliere i pacchetti in base al framework di destinazione, configurazione e piattaforma, fornendo una maggiore flessibilità in fase di compilazione.

Pubblicato da

Andrea Merlin

Laureato in informatica, diversi corsi di specializzazione legati allo Sviluppo Software e alla Computer forensics. Appassionato di nuove tecnologie, amo la programmazione, la Business Intelligence e tematiche legate alla Privacy.Sempre alla ricerca di nuove idee, stimoli … e progetti da seguire!Amo trascorrere il tempo libero in Val Borbera, un piccolo angolo del Piemonte, in provincia di Alessandria.