.Net Core 3.0 Release

in Informatica

.Net Core 3.0 Released

Reading Time: 2 minutes

Durante la .NETConf 2019, Microsoft ha contemporaneamente annunciato il rilascio di NETCore 3.0 e EntityFramework 3.0. Senza particolari sorprese rispetto alla roadmap iniziale, sono state introdotte le seguenti novità:

  • crezione di applicazioni desktop utilizzando Windows Form e WPF
  • nuove API Json
  • supporto per Linux ARM64
  • integrazione con F# 4.7 e C# 8.0 a

Una delle features più attese è il supporto per lo sviluppo di applicazioni desktop usanto Windows Forms, WPF e UWP XAML. In particolare, Windows Forms and WPF sono state rilasciati sotto licenza open-sourced lo scorso anno insieme alla Windows UI XAML Library (WinUI) .

Com’è naturale pensare, le applicazioni Windows Form e Xaml sono disponibili soltanto sull’ambiente Windows.

Sviluppo di applicazioni Windows Form e WPF

Xaml designer è stato completamente aggiornato, ed include una nuova funzionalità denominata Xaml Hot Reload, che consente di apportare delle modifiche all’interfaccia grafica XAML durante l’esecuzione dell’applicazione. Windows Form designer, è stato anch’esso aggiornato ma è attualmente è disponibile all’interno di Visual Studio in versione preview (disponibile come componente separato e scaricabile a questo link).

Le app Desktop possono essere distribuite come applicazione autonoma, utilizzando la propria versione di .NET Core indipendente dall’ambito dell’ambiente in cui sono distribuite. E’ anche possibile distribuire l’applicazione come file singolo, a differenza delle versioni precedenti in cui era necessaria l’esecuzione con il comando dotnet.

Questa tipologia di distribuzione consente di eliminare tutte le dipedenze dall’eseguibile generato, rendendo il file eseguibile molto più leggero e con dimensioni contenute. Questa particolare funzionalità è però ancora in versione “sperimentale” ed è stata presentata alla .NET Conf 2019.

.NET Core 3.0 contiene anche il supporto per le fas read and write Json API, secondo i piani di sviluppo di Microsoft rimuovendo di fatto le dipendenze al framework JSON.NET. Il piano di sviluppo prevede di realizzare API Json con una maggiori performance in termini di velocità all’interno di Kestrel. Quest’ultimo rimane il server web predefinito all’interno dei template .NET Core.

Sono presenti anche numerose migliorie sul Garbage Collector e alcuni miglioramenti a SignalR. A questo link è possibile visualizzare la roadmap completa del prossimo sviluppo.